Una Faperdue che fa per tre

Chienti e Potenza, 22 Ottobre 2008

Crash con la sua nuova padrona

Dopo l’articolo apparso quindici giorni or sono, in cui si parlava della triste storia di una famiglia, del loro cucciolo e di un condominio poco amabile, alcuni amici di Matelica si sono risentiti perché avrei denigrato la loro città. Me ne guarderei bene, una rondine non fa primavera, e le mele marce si trovano dappertutto.

Amo Matelica da molto tempo ed in modo particolare. Vi ho insegnato per più di trent’anni, i miei ex alunni sono tutti miei amici e così le loro famiglie. Tante persone care anche tra il personale scolastico dell’Ipia, la mia seconda famiglia. Apprezzo molto il calore della cittadinanza, la sua positiva semplicità, il suo grande spirito imprenditoriale. E poi da Matelica provengono quasi tutti i nostri validissimi volontari: Jolanda, Maurizio, Anya ed Alessio, sempre presenti ed insostituibili, i loro amici che si aggiungono ad essi quando ci sono emergenze o situazioni particolari.

Per farmi comunque perdonare, se ce ne fosse bisogno, ecco una bellissima storia accaduta a Matelica pochi giorni fa.

Il 17 settembre, dopo la fiera di Sant’Adriano, ricoverammo nella Clinica della facoltà di Medicina Veterinaria, diretta dal grandissimo amico prof. Andrea Spaterna, un piccolo cane abbandonato che era stato investito da un’auto. Ridotto molto male, una zampa anteriore spappolata, il bacino fratturato. Per le cure prestate con tempestività e professionalità, come sempre del resto, il piccolo Crash è sopravvissuto, anche se con una zampa amputata, ed è in via di guarigione.

Martedì scorso una graziosissima laureanda in Veterinaria mi ha contattato dicendomi di essersi particolarmente affezionata a Crash e chiedendolo in adozione. Non capitano spesso queste fortune, sono gesti rarissimi che presuppongono una raffinata sensibilità ed un grande e vero amore per gli animali; naturalmente ho accettato, convocando Silvia Faperdue per la compilazione dei moduli necessari al passaggio di proprietà. Poi, complimentandomi commosso con lei, le ho affidato Crash, subito ribattezzato Tris: non poteva essere diversamente!

A Silvia ed a tutto il personale della Clinica il ringraziamento affettuoso della sezione di Camerino, a tutti gli amici di Matelica un grande abbraccio.

Roberto Cola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...