LA SEZIONE DI CAMERINO

Nel 1989 una trentina di persone si unirono per  organizzare qualcosa in difesa degli animali, in special modo dei cani, vittime  privilegiate di abbandoni e crudeltà. C’ero anch’io, convinto di dover e poter fare la mia parte per una causa che ritenevo e ritengo sacrosanta. Fondammo così una sezione della Lega Nazionale per la difesa del cane, una delle associazioni più prestigiose ed attive a livello nazionale. Cominciammo con il raccogliere due cani e ci sembrava di aver tanto lavoro da fare. In quel tempo i cani randagi catturati venivano eliminati dopo tre giorni. Da due passammo in breve a sei, a diciotto, a trenta.

Nel 1990 iniziammo la costruzione dell’attuale rifugio. L’anno successivo la legge 281 vietava finalmente la soppressione dei randagi. Da quel momento divenimmo, e lo siamo tutt’ora, l’unico punto di riferimento per tutti i Comuni della A.S.L. n. 10, completamente sprovvisti di qualsiasi struttura di ricovero.

Abbiamo al momento attuale 277 cani disponibili per l’adozione. Ne abbiamo raccolti più di 2.000, riaffidati più di 800.

Svolgiamo molteplici attività per le quali avremmo bisogno di un numero ben più alto di volontari.

Roberto Cola, presidente pro tempore della sezione.