Regolamento volontari Sezione

REGOLAMENTO INTERNO DELLA SEZIONE DELLA L.N.D.C. DI CAMERINO E MATELICA, RIFUGIO DEL CANE DI COLLE ALTINO

 

PREMESSA
Questo Regolamento contiene alcune semplici norme che devono seguire coloro che
intendono prestare la propria attività di volontariato presso l’Associazione. Ma prima di
tutto è opportuno definire il termine “volontariato”. Con questa parola non si può
intendere qualcosa di estemporaneo, saltuario e improvvisato, dato che il volontario si
inserisce in una struttura che per ben funzionare e, quindi, garantire il benessere degli
animali ospitati, deve seguire procedure consolidate, effettuare operazioni e lavori con
cadenze precise e in funzione di esigenze specifiche e dovrà collaborare con coloro che
già operano in modo continuativo presso il Rifugio.
Inoltre l’Associazione, per poter perseguire i propri scopi, ha bisogno di svolgere
attività collaterali alla gestione del canile al fine di incrementare le risorse dell’ente e
dare visibilità alla Sezione. Vi sono attività già collaudate, ma il volontario che intenda
promuovere nuove idee può proporle anticipatamente al responsabile di Sezione.
Chi intende fare volontariato deve quindi, prima di tutto, accettare questa premessa e
impegnarsi, secondo le proprie possibilità, ad operare con serietà e con una certa
continuità, per il raggiungimento degli scopi dell’Associazione stabiliti dallo Statuto e
nel rispetto del presente Regolamento.

Documenti richiesti
• fotocopia documento di identità fronte e retro

ART. 1 – OGGETTO
1. Il presente Regolamento disciplina le procedure di accesso e le modalità di esercizio
del volontariato a favore degli animali ospitati presso il rifugio del Cane di Colle Altino
sito in Camerino (MC) Loc. Colle Altino, di proprietà della Sezione di Camerino e
Matelica della Lega Nazionale per la Difesa del Cane.
2. L’attività di volontariato viene svolta in ogni suo aspetto in modo personale,
spontaneo e gratuito, impegnandosi a seguire con scrupolosa osservanza le direttive
impartite dai responsabili e ad attenersi al presente regolamento.
3. Il volontario deve partecipare obbligatoriamente ai corsi di formazione e alle riunioni
pratico-organizzative decise di volta in volta dalla Sezione
4. Il Volontario, anche se non ancora tesserato ed iscritto al registro, in riferimento ad
eventuali danni che dovessero derivare direttamente o indirettamente a sé o ad altri
per il suo operato, agisce esclusivamente sotto la propria responsabilità, salve le
eventuali coperture assicurative attivate in suo favore.
5. Tutti i volontari sono responsabili dei materiali della Sezione a loro affidati per poter
svolgere il lavoro. In caso di perdita, specie se dovuta a negligenza, sono tenuti al
risarcimento del danno provocato.

ART. 2 – FINALITA’
Il volontario svolge le sue mansioni per le seguenti finalità:
1. migliorare le condizioni di vita degli animali ospitati nella struttura, favorendo
l’incremento delle attività di relazione, di gioco e di movimento, al fine di ridurre
fenomeni di stress o di apatia negli animali;
2. partecipare alla crescita del benessere degli animali ospitati con la facoltà di
eseguire materialmente operazioni igienico-sanitarie o di manutenzione in supporto al
personale preposto;
3. incrementare le adozioni da parte di cittadini e favorirne il buon esito attraverso la
promozione e/o la partecipazione ad iniziative volte a tali scopi.
4. eventualmente comunicare ai membri del direttivo ogni suggerimento atto ad
aiutare nella soluzione di possibili problemi organizzativi e/o igienico sanitari.

ART. 3 – ATTIVITA’ E ORGANIZZAZIONE DEI VOLONTARI
L’attività di volontariato si inserisce funzionalmente nell’ ambito delle attività svolte
dall’associazione.
Più in particolare l’attività di volontariato si estrinseca attraverso:
a) la sgambatura, comprese le attività di gioco e di relazione dei cani;
b) il supporto al personale, per gli interventi igienico-sanitari e di toelettatura degli
animali;
c) la segnalazione di problemi sanitari o comportamentali;
d) la partecipazione alle attività di pre e post adozione degli animali;
e) la partecipazione per fini divulgativi e promozionali ad iniziative di informazione su
tematiche di benessere animale e di incentivazione delle adozioni;
f) La formulazione di proposte utili al miglioramento del servizio; le proposte dovranno
essere presentate durante le riunioni periodiche che l’associazione convoca e discusse
dall’assemblea dei volontari attivi e dal direttivo in tale sede. Nel caso l’assemblea allargata
non riesca a raggiungere un accordo, la decisione ultima spetterà al direttivo.

ART. 4 – AMMISSIONE DEI VOLONTARI
1. Per accedere al servizio di volontariato occorre essere maggiorenni, tesserati
all’associazione ed iscritti al registro dei volontari.
2. Essere in possesso di permessi di caccia o di pesca e/o praticare attività a danno
degli animali impedisce, di fatto, l’iscrizione alla LNDC.
3. L’elenco dei volontari iscritti viene reso pubblico presso il Rifugio.
4. L’ammissione comporta da parte del volontario la piena ed automatica accettazione
del presente regolamento e delle disposizioni operative ad esso allegate.

ART. 5 – PROGRAMMI DI ATTIVITA’
1. Sulla base delle disponibilità la gestione concorda con i volontari un programma di
attività ottimale per presenze e funzioni.
2. Il volontario iscritto ma non in possesso di adeguate cognizioni per le attività da
svolgere viene preventivamente affiancato da volontari più esperti per il tempo
necessario.
3. La consegna al volontario di animali in cura o comunque presenti presso il
canile/rifugio deve avvenire a cura del direttivo. In ogni caso nessun cane può essere
prelevato dai box senza autorizzazione preventiva del direttivo.
4. La possibile adozione dei cani deve essere preventivamente discussa con i
responsabili del direttivo, l’adozione del cane deve avvenire in presenza di uno dei
responsabili del direttivo, salvo autorizzazione degli stessi al volontario.

ART. 6 – NORME DI COMPORTAMENTO
1. Il volontario deve rispettare con scrupolo le disposizioni operative allegate al
presente regolamento o successivamente predisposte dal direttivo per lo svolgimento
delle varie attività.
2. Tutti coloro che frequentano il rifugio hanno l’obbligo di tenere sempre un
comportamento corretto e dignitoso, per sé e per gli altri. Le vertenze si risolveranno
con serene discussioni in cui ognuno manifesterà con calma il suo punto di vista per
arrivare poi al risultato finale. Tutti possono chiedere, per seri motivi, il verificarsi di
una o più riunioni.
3. Specie in presenza di ospiti, visitatori, adottanti, personale sanitario, è fatto
assoluto divieto di rispondere scortesemente, a voce alta, e comunque in modo che
possa anche lontanamente indurre nell’estraneo un’impressione non del tutto positiva
del rifugio, della sua organizzazione, del personale che, in vario modo, vi lavora.
4. Il volontario che nello svolgimento del servizio riscontri situazioni che possano
pregiudicare la propria attività o il corretto svolgimento del servizio deve
tempestivamente segnalarle al direttivo, secondo le modalità preventivamente
stabilite.
5. Prima di iniziare il servizio, il volontario deve sottoporsi a vaccinazione antitetanica.
Nel caso di volontario occasionale o comunque in caso di non accettazione della
presente prescrizione, tale vaccinazione può essere omessa, dietro specifica
dichiarazione del volontario di piena assunzione del rischio.
6. I volontari non possono divulgare notizie o fatti riguardanti esclusivamente la
Sezione.

ART. 7 – DURATA DELL’ATTIVITA’ DI VOLONTARIATO E REVOCA
1. Il volontario cessa dalla attività:
a) per dimissioni volontarie;
b) per violazione del presente regolamento.
c) per altri fatti e situazioni che comportino ostacolo al corretto svolgimento del
servizio ed alle attività del direttivo o di altri volontari.
2. Il provvedimento di revoca emesso per iscritto e comunicato al volontario, è
preceduto da contraddittorio con l’interessato.

ART. 8 – VALIDITA’ E PUBBLICITA’ DEL REGOLAMENTO
1. Il presente regolamento è affisso presso il Rifugio e pubblicato sul sito internet del
servizio.
2. Ha validità, salve successive modifiche, per tutto il periodo di gestione del direttivo.
Per presa visione e accettazione
Firma leggibile
……………………………………………………
Io sottoscritto__________________________________________________, nato il
_________________ residente a_____________________________ Via/P.zza
__________________________________,_____ documento _________________ N°
________________________ Tel.________ Cell. ______________________
e-mail________________________________________
DISPONIBILITA’ _________________________________________

DICHIARO
di prestare volontariato presso la sezione LNDC di __________________________
con sede in_____________________________________________
di mia spontanea volontà e di non percepire alcun compenso in denaro.
Data ____________________
In fede __________________________________________
Il responsabile LNDC ………………………………………

Disposizioni Operative Allegate
Uscita dei cani
1. I volontari sono tenuti a rispettare quanto indicato negli avvisi posti sui cancelli delle gabbie,
per nessun motivo bisognerà accedere nei box con affisso il cartello di divieto di accesso per cane mordace, salvo casi concordati con la direzione.
2. L’uscita dei cani dovrà sempre avvenire con l’animale al guinzaglio e dopo aver letto gli avvisi posti sul cancello e, dove fosse disponibile, la scheda informativa. Per nessun motivo il volontario dovrà prendere delle iniziative personali onde evitare qualunque situazione di pericolo.
3. I cani vanno portati in passeggiata singolarmente, salvo particolari eccezioni, così da poter dedicare un’attenzione mirata ad ogni singolo soggetto. Per prendere il cane dal box dove generalmente sono collocati in coppia farsi aiutare da un altro volontario o dagli operatori presenti.
4. Durante l’uscita i cani non devono essere lasciati soli nello sgambamento per due motivi: a)la compagnia dell’uomo e l’attività ludica/sociale sono fattori fondamentali; b) i cani potrebbero scavare tra sgambamenti adiacenti o scavalcare e venire quindi a contatto creando situazioni pericolose. Nel caso che per carenza di personale non fosse possibile condividere tutto il tempo con il cane portato nello sgambamento, si cercherà di alternarsi tra i vari sgambamenti mantenendo il contatto visivo con tutti i cani.
5. Evitare soste in prossimità delle porte con i cani al guinzaglio.
6. Evitare di eccitare i cani già agitati dalla presenza dei volontari. (ad esempio fischi, urla, colpi improvvisi)
7. Al rientro del cane in gabbia i volontari verificheranno che ci sia acqua a sufficienza
eventualmente aggiungendola.
8. Le aree di sgambamento e le zone dove si portano a passeggio i cani devono essere tenute pulite utilizzando le palette o i sacchetti messi a disposizione.
9. Volontari occasionali e visitatori possono entrare nei vari settori del Rifugio solo
accompagnati dai volontari autorizzati e dagli addetti.
10. Se durante il proprio turno dei visitatori chiedessero informazioni e/o consigli su cani da prendere in adozione, dovranno essere indirizzati verso i responsabili delle adozioni.
11. La consegna al volontario di animali in cura o comunque presenti presso il canile/rifugio deve avvenire in accordo con il direttivo. In ogni caso nessun cane può essere spostato da un box all’altro o da una struttura all’altra (Colle Altino-Castelraimondo) senza consultazione con il direttivo o con gli operatori.

Somministrazione del cibo
1.Rispettare gli orari di volontariato per evitare una sovrapposizione con gli operatori durante la somministrazione del cibo, momento delicato per alcuni cani.
2. La distribuzione del cibo, secco e umido, è compito esclusivo degli operatori, così come
l’apposizione di ciotole differenziate, in base alle dosi concordate con gli operatori sanitari;
3. La distribuzione di premi ai cani è consentita, nei limiti delle indicazioni apposte sui cancelli dei box e nel rispetto delle norme di sicurezza.

Gestione sanitaria
1. I 9 box adibiti a canile sanitario costituiscono una zona di isolamento.
2. Vanno rispettate le regole affisse al suo ingresso.
3. I volontari sono tenuti a segnalare eventuali problemi sanitari riscontrati nelle apposite schede disponibili nella casa container.

Utilizzo delle auto di proprietà della sezione
1. Trasportare i cani con le apposite gabbie, che dovranno essere successivamente recuperate; l’eventuale smarrimento comporterà il nuovo acquisto da parte della persona che le ha utilizzate per ultimo.
2. Non lasciare mai in riserva il serbatoio; chiunque effettua il rifornimento deve farsi rilasciare lo scontrino fiscale, da consegnare al Presidente della sezione.
3. Le auto devono essere mantenute in buone condizioni.
4. Le auto dell’Associazione possono essere utilizzate per trasportare cani in adozione anche come staffette per animali di altre associazioni che hanno bisogno di un passaggio. Ad ogni modo, i volontari che avranno in dotazione l’auto devono essere soci tesserati della sezione e devono avere cura che gli animali trasportati siano microchippati ed in regola a livello sanitario (libretto
veterinario con profilassi in regola).

Gestione e manutenzione delle attrezzature
1. Gabbie, guinzagli, museruole e collari devono essere riposti dove sono stati prelevati.
2. Gli attrezzi (pale, picconi, zappe, rastrelli, scope e palette, motoseghe, decespugliatori, utensili elettrici o a motore) dopo l’utilizzo devono essere sempre riposti.
3. Gli utensili necessari per le riparazioni vanno custoditi nel miglior modo possibile e mai lasciati in giro.
4. Gli acquisti di materiale necessario per la manutenzione del rifugio, devono essere fatti esclusivamente dal referente per la manutenzione, il volontario è tenuto a segnalare l’esaurimento di materiale utile.
5. I volontari sono tenuti a segnalare situazioni di scarsa pulizia o necessari interventi di
manutenzione nelle apposite tabelle disponibili nella casa container o in alternativa la responsabile della manutenzione.
6. I volontari che si occupano della pulizia dei box e dei lavori di manutenzione sono pregati di segnalare i box puliti e i lavori svolti, per evitare sovrapposizioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...