CAMPAGNA CROWDFUNDING

🙏 Chiediamo il vostro aiuto, che mai ci avete fatto mancare in questi anni, per un lavoro di ristrutturazione orami necessario da portare a termine entro il prossimo inverno ❄per garantire, come sempre abbiamo fatto, il maggior benessere possibile ai nostri ospiti a quattro zampe.🐶 Questo il link alla pagina di crowdfunding che abbiamo attivato per acquistare cucce calde al rifugio

👉https://www.retedeldono.it/…/cucce-calde-per-i-randagi…

#collealtino#legadelcane#LNDC#camerino#matelica#crowdfunding#cuccecalde#retedeldono

Grazie 💓💓

CORSO DI FORMAZIONE PER DOG SITTER PROFESSIONISTA

Marche Pet in collaborazione con la L.N.D.C. Sezione di Camerino e Matelica – APS, presenta il Corso di Formazione per DOG SITTER PROFESSIONISTA.

Il corso, in partenza Domenica 11 Aprile 2021 verrà svolto in modalità on-line per quanto riguarda la parte teorica, alla quale faranno seguito 66 ore di tirocinio presso la struttura di canile rifugio di Colle Altino, sita in Camerino, gestita dalla L.N.D.C. Sez. Di Camerino e Matelica- APS. L’esame di qualifica è previsto Domenica 30 Maggio 2021. Le iscrizioni dovranno pervenire entro il 22 Marzo 2021 all’indirizzo mail info@marchepet.it o telefonicamente al 350.0700601.

Per ogni iscritto al corso Marche Pet devolverà una quota al Canile per contribuire all’adozione a distanza di uno degli ospiti della struttura per un anno. 

Sequestrato un allevamento di cani maltrattati e malati di brucellosi

L’operazione è stata svolta dal Nucleo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale del Gruppo Carabinieri Forestale di Ancona e altri Reparti del Gruppo medesimo congiunta-mente alle Guardie Zoofile del Nucleo Vigilanza WWF e della Legambiente di Ancona, coadiuvati dai volontari dell’Asso-ciazione Amici Animali di Osimo, presso un allevamento ubicato nel comune di Trecastelli (An).
A seguito del sequestro, si è venuta a creare una grave emergenza dovuta alla scarsità del cibo a disposizione per i prossimi mesi. L’attuale proprietario, che è anche custode giudiziario, ha finito le scorte di crocchette e ha comunicato di non aver risorse finanziarie sufficienti per acquistare i circa 50 kilogrammi al giorno necessari. L’Associazione Amici Animali di Osimo ha già quindi provveduto autonomamente ad acquistare e consegnare un primo carico di crocchette ha però quindi bisogno dell’aiuto di tutti per ricostituire le scorte alimentari, in attesa che gli organi competenti, l’ASUR e la Regione Marche in primis, decidano quali azioni mettere in campo per risolvere il grave problema o almeno indichino il percorso per arrivare velocemente all’adozione dei cani negativi al batterio della Brucella canis. Per questo hanno aperto un c/c bancario e un conto paypal dedicato a questa impellente COLLETTA NA-ZIONALE.
Ci uniamo alla loro richiesta di aiuto invitandovi a visitare la pagina http://www.amicianimali.org/sequestro-allevamento3castelli/ dove troverete tutte le indicazioni e gli aggiornamenti del caso.

Grazie

Capodanno 2020, tutto quello che dovete sapere per proteggere il vostro animale

Disorientamento, paura, angoscia e – nella peggiore delle ipotesi – la morte. Ecco cosa possono comportare per i nostri animali i famigerati botti di Capodanno.

In attesa che cresca negli italiani la consapevolezza di un dramma che si rinnova ogni anno a San Silvestro, ecco un prezioso vademecum della LNDC Animal Protection.

Vi aiuterà a proteggere i vostri animali in tre situazioni diverse: se siete con lui dentro casa, se siete costretti a lasciarlo da solo, ma al riparo della vostra abitazione. Oppure se il vostro cane si trova in uno spazio aperto.

Fai che il Capodanno sia una festa anche per i nostri animali.

COSA DEVO FARE SE IL MIO CANE SI TROVA ALL’APERTO?

  1. Sistemalo in un locale chiuso che sia conosciuto, per farlo sentire al sicuro, mettendo a sua disposizione alcuni oggetti familiari, come i suoi giochi preferiti, le ciotole e qualcosa da rosicare. Fare attenzione ad eliminare tutto ciò che potrebbe ferirlo nel caso tentasse una fuga.
  2. Non tenerlo legato alla catena! Potrebbe ferirsi seriamente, con gravissime conseguenze.
  3. Non lasciarlo sul balcone: potrebbe tentare di gettarsi nel vuoto.
  4. Se vive in un box esterno, verifica che sia sufficientemente al sicuro. Fai molta attenzione, se dovesse uscire: potrebbe perdersi per sempre!
  5. Durante i botti, se possibile, vai da lui e cerca di sdrammatizzare la situazione. Eventualmente, fallo giocare. Non proteggerlo o confortarlo. E soprattutto, non dare peso alle sue ansie. Cerca di fingerti allegri. Perché se il cane vede il proprio proprietario sereno, lo sarà anche lui.
  6. Lascia qualche boccone sfizioso, quando ti allontani. Un cane spaventato non mangerebbe mai, la presenza del cibo potrebbe rendere più familiare l’ambiente, facendolo sentire meno solo.

COSA FARE SE IL MIO CANE DEVE RESTARE A CASA DA SOLO?

  1. Lascia le luci accese.
  2. Lascia le porte aperte.
  3. Lascia almeno due stanze a disposizione.
  4. La sua cuccia deve essere ben raggiungibile.
  5. Non lasciare degli oggetti che lo possano ferire.
  6. Cerca di impedire che si rifugi in nascondigli troppo stretti, per evitare che si ferisca nel tentativo di entrarci.
  7. Lascia liberi i soliti nascondigli.
  8. Lasciagli a disposizione i suoi giochi e qualcosa da rosicchiare.
  9. Lasciagli la ciotola dell’acqua (anche se, quando un cane è spaventato, non mangia e non beve).
  10. Cerca di minimizzare l’effetto dei botti tenendo accese radio e TV.


COSA DEVO FARE SE IL CANE È IN CASA CON ME?

  1. Informa gli ospiti sugli atteggiamenti da tenere, facendo presente che sarebbe meglio se riuscissero a rimanere passivi, lasciando a te il controllo della situazione.
  2. Se ci sono dei bambini, istruiscili opportunamente: non devono correre o eccitarlo inutilmente. È meglio se lo ignorano.
  3. Lascia le porte aperte, la sua cuccia deve essere sempre ben raggiungibile.
  4. Cerca di impedire che si rifugi in nascondigli troppo stretti, per evitare che si ferisca nel tentativo di entrarci.
  5. Nel caso in cui si nascondesse, non cercare di tirarlo fuori con la forza: deve uscire di sua iniziativa. Al massimo, raggiungilo e cerca di mantenere un comportamento che sia il più possibile rilassato e tranquillo. Se vuoi farlo uscire, chiamalo come fai di solito. Se non ubbidisce, significa che si sente più al sicuro dov’è, anche se lontano da te. In questo caso, non insistere: uscirà di sua spontanea volontà quando non sarà più spaventato.
  6. Non controllarlo. Non deve pensare di essere al centro dell’attenzione e non deve credere che ciò che sta accadendo sia rivolto solo a lui ad ogni botto. Tenere un atteggiamento allegro rendendo piacevole il contesto;
  7. Se dovesse urinare o defecare, non dargli peso. Aspetta a pulire. Non bisogna in alcun modo farlo sentire in colpa.
  8. Non costringerlo a stare accanto a te. Lascia che sia lui a individuare la propria “comfort zone”.
  9. Se cerca il contatto, accettalo. Ma non favorirlo.
  10. Se abbaia, ulula o guaisce, distrailo.
  11. Non tenere alto il volume della radio o della TV.
  12. Attenzione ai balconi aperti: possono essere visti come disperate via di fuga.
  13. Cerca di sdrammatizzare la situazione. Eventualmente, fallo giocare. Non bisogna proteggerlo o confortarlo. E soprattutto, non devi dare peso alla sua ansia.

Leggi l’appello di LNDC Animal Protection ai Sindaci.

LNDC e Prolife insieme con #adottaunnonno

LNDC Animal Protection e Prolife, azienda italiana produttrice di alimenti cruelty-free di alta qualità, per Natale si uniscono in una mission speciale finalizzata all’adozione dei cani anziani, offrendo un aiuto concreto a chi deciderà di accoglierli nella loro casa.

LNDC Animal Protection, grazie a 3000 volontari presenti su tutto il territorio italiano, ogni anno salva migliaia di animali di ogni specie e razza con l’obiettivo di trovare a ognuno una famiglia che li ami per sempre.

La triste consapevolezza è che alcuni di loro, soprattutto per età, sono spesso destinati a rimanere in canile a vita senza mai provare l’affetto e il calore di una vera famiglia. Ma è scoraggiante pensare che per i tanti vecchietti ospiti dei canili italiani non ci sia più nulla in cui sperare. Ed è a loro che LNDC, con il prezioso sostegno di Prolife, una delle più autorevoli tra le aziende cruelty-free del settore, dedica una mission speciale finalizzata all’adozione dei cani anziani, offrendo un aiuto concreto a chi deciderà di accoglierli nella loro casa.

A partire dal 6 dicembre 2020, sino al 6 gennaio 2021 per ogni cane dai 10 anni in su, adottato da un rifugio di LNDC, l’azienda metterà a disposizione una fornitura di cibo gratuita per un anno. L’aiuto più naturale ma nel contempo più prezioso che Prolife possa offrire per la gioia dei nostri animali.

invitiamo quindi tutti coloro che hanno intenzione di accogliere un cane in casa a pensare a questa opportunità. Chiunque abbia adottato un cane adulto può testimoniare che anche loro sono capaci di affezionarsi almeno quanto un cucciolo, o forse anche di più. Anche un nonnino può riservarci un mondo d’affetto, di gratitudine e immensa gioia. Pensiamo alle migliaia di cani anziani destinati a rimanere in canile fino alla fine dei loro giorni, adottarli significa dare una possibilità di riscatto a chi ne ha più bisogno.

Un gesto di puro e vero amore affinché questo Natale e l’anno che verrà siano davvero all’insegna dell’amore e della solidarietà.

Nei canili italiani ci sono già ben oltre mezzo milione di cani, ognuno di loro attende una nuova famiglia. Acquistando un animale si nega, invece, la possibilità a un altro di uscire dall’infinita prigionia del canile.

Per visitare il Rifugio più vicino cerca la sezione LNDC della tua zona su legadelcane.org.

2 dicembre 2020

Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Ufficio Stampa

L’inverno è alle porte, un decalogo per proteggere i nostri animali

Da LNDC Animal Protection e Prolife, azienda leader del petfood cruelty free italiano, 10 consigli utili su come comportarsi per tutelare i nostri animali nei periodi più freddi dell’anno.

Le prime cose a cui pensare per assicurare il benessere dei nostri pet sono sicuramente un’alimentazione adeguata e un riparo idoneo. Non tutti i quattro zampe sono temprati per i rigori del clima invernale: i cani di taglia grande mantengono il calore per molto più tempo grazie alla maggiore massa corporea che li isola. Le taglie più piccole, le razze a pelo corto e quelli che non hanno particolare massa corporea per aiutarli a mantenere il calore, necessitano quindi di un trattamento speciale.

È importante prestare particolare attenzione ai cani o gatti che vivono all’aperto, poiché devono avere un luogo asciutto e senza correnti dove dormire e rifugiarsi. Inoltre, con le temperature rigide della stagione invernale, i soggetti anziani e/o malati, i cani di taglia piccola, vanno maggiormente protetti dalle intemperie e non devono essere lasciati all’aperto, soprattutto di notte. Purtroppo ci sono infatti tanti decessi di cani durante la stagione invernale per il peggioramento di malattie croniche o la poca protezione ricevuta dal gelo.

Ma è importante ricordarsi anche dei randagi. Basta veramente poco per aiutare un animale in difficoltà.

Specialmente in alcune parti d’Italia, i cani e i gatti presenti sul territorio sono veramente tanti, non dimentichiamoci mai di mettere una ciotola di cibo e di acqua a loro disposizione fuori dalle nostre abitazioni.
Per gli ospiti di canili e gattili, Lega Nazionale per la Difesa del Cane lancia un appello rivolgendosi a tutti i cittadini: invece di buttare vecchie coperte, piumoni, asciugamani, lenzuola e indumenti usati, portateli al Rifugio più vicino. Saranno utilissimi per scaldare le cucce degli animali senza famiglia.

Ecco quindi nel dettaglio le raccomandazioni di LNDC Animal Protection e Prolife per migliorare la qualità della vita del tuo animale, ma in alcuni casi anche preservarla.

1) Un’alimentazione adeguata

Un’alimentazione adeguata per il nostro animale può fare la differenza, in particolare durante la stagione invernale. Questo perché con l’abbassarsi delle temperature anche loro, come noi, bruciano più calorie.
In particolare per i gatti che vivono all’aperto una dieta ricca di nutrienti, grassi e proteine, dall’elevato profilo qualitativo, consente loro di non perdere peso utilizzando le riserve corporee come “carburante” per scaldarsi.

2) Un riparo idoneo

Bisogna prestare particolare attenzione ai cani o gatti che vivono all’aperto, poiché devono avere un luogo asciutto e senza correnti per dormire e rifugiarsi. La cuccia, di dimensioni giuste per la taglia dell’animale, va collocata a qualche centimetro da terra, possibilmente con l’entrata rivolta in direzione opposta a quella in cui solitamente soffia il vento. Il pavimento della cuccia dovrà essere ricoperto con una coperta di lana che dovrà essere regolarmente cambiata, soprattutto dopo che ha piovuto. Nei casi in cui il freddo è davvero pungente, è consigliabile coibentare la cuccia con dei materiali ecologici come le schiume a base di ricino, soia, zuccheri ecc.

3) Una cura costante

Spazzolando il vostro animale con regolarità, si stimola la circolazione sanguigna e un adeguato rinnovo del sottopelo che gli consentirà maggiore protezione anche nei mesi invernali. Inoltre, se si sono bagnati a causa della pioggia o della neve è importante asciugarli bene, soprattutto le zampe e tra le dita, dove possono rimanere i cristalli di ghiaccio che potrebbero contenere sostanze tossiche presenti nelle soluzioni antigelo, nocive per l’animale. Anche il sale può creare serie irritazioni ai polpastrelli del vostro pet, pertanto, per sciogliere il ghiaccio su marciapiedi e viottoli vi consigliamo prodotti pet friendly.

4) Attenzione: il freddo della notte può essere letale per i meno forti

Nella stagione invernale, con le temperature rigide, i soggetti anziani e/o malati, i cani di taglia piccola, specie se a pelo raso, vanno maggiormente protetti dalle intemperie e non dovrebbero essere lasciati all’aperto, soprattutto di notte.

5) Una ciotola dell’acqua doc

L’acqua del cane o del gatto se si trova all’esterno può congelarsi. Consigliamo di cambiarla spesso e di usare recipienti in plastica, poiché il metallo conduce il freddo più rapidamente.

6) Non lasciate mai un cane incustodito in auto

Non bisogna mai lasciare un cane incustodito in auto: è molto pericoloso durante la stagione estiva in quanto potrebbe soffocare, ma lo è anche d’inverno. Il veicolo potrebbe diventare una sorta di frigorifero, soprattutto durante le ore serali, causando l’ipotermia o il congelamento dell’animale. Mettete sempre qualche coperta in macchina: in caso di emergenza può essere utile coprirlo e farlo stare al caldo.

7) Non lasciate mai un cane incustodito in garage

È assolutamente sconsigliato custodire l’animale in garage ma spesso accade! Quindi, prima di “custodire” l’animale in questo luogo, ricordiamoci di mettere al sicuro l’antigelo per la macchina: può essere fatale per gli animali domestici, anche in piccole quantità. Parimenti non versate mai l’antigelo a terra o sopra un tombino: qualche cane o gatto potrebbe leccarlo. Nel caso in cui il vostro animale ne ingerisse, va portato urgentemente dal veterinario, possibilmente con la confezione del prodotto.

Prestiamo anche attenzione alle nostre autovetture e alla perfetta tenuta dei sistemi idraulici. Il liquido del radiatore, contenente antigelo, glicole propilenico colorato e trattato, è di sapore dolciastro, lappato con golosità dai gatti.

Inoltre, non bisogna mai lasciare il cane in garage quando si accende l’auto, poiché il monossido di carbonio (che viene emanato dal tubo di scappamento) potrebbe essergli fatale.

8) Non lasciate mai incustoditi apparecchi elettrici

Non lasciate mai, per nessun motivo, incustodite eventuali stufette portatili, cuscinetti termici, scaldini elettrici ecc: nel caso in cui cani, gatti e conigli masticassero i cavi elettrici, potrebbero essere fulminati.

9) Attenzione: nella neve il cane potrebbe perdere le tracce di odore e smarrirsi

Sappiamo che quasi tutti cani amano giocare e rotolarsi in mezzo alla neve, ma potrebbero perdere le tracce di odore e smarrirsi facilmente. Quindi attenzione, in qualsiasi circostanza, non bisogna mai dimenticare che il guinzaglio è la “cintura di sicurezza” del vostro amico.

10) Attenzione agli animali che si rifugiano sotto le automobili

Con le basse temperature i gatti liberi o anche altri animali che vivono all’aperto potrebbero andare a rifugiarsi sotto le automobili, per riscaldarsi con il caldo del motore. Prendiamo la buona abitudine di controllare sotto l’automobile, all’interno del passaruota, o per sicurezza dare dei leggeri colpi sul cofano della macchina prima di partire, in modo da permettere a eventuali ospiti di fuggire.

13 novembre 2020

LNDC – Animal Protection
Ufficio Stampa
Tel 02 26116502
stampa@legadelcane.org
www.legadelcane.org

CALENDARIO 2021

L’attesa è finita….finalmente i calendari 2021 sono arrivati !!! ðŸ™ŒðŸŽŠðŸ™ŒðŸŽŠ

Per il momento potete trovarli presso il Rifugio Colle Altino Camerino oppure:

👉🏻a Camerino
– EuroBar Via Canepina
– Free Masons Tavern Via Farnese, 60
РPop Caff̬ Via Le Mosse, 22/D
– Country House La Calvie Loc. Le Calvie, 2

👉🏻a Matelica
– Zootecnica Matelicese V.le Martiri della Libertà, 74
– Parafarmacia Tabaccheria Boldrini Via C. Battisti, 8A
– Centro Ufficio Buffetti Via F. Grifoni, 19
– Studio Cedan Viale M. della Libertà, 83
– Ambulatorio Veterinario Gli Amici di Martina Via G. Matteotti, 74
– Centro Estetico Paradesha Via G. Matteotti, 62

👉🏻a Castelraimondo
– Bar Luna Via Monte Gemmo, 2

👉🏻a San Severino Marche
– Agrisette di Eclizietta Sandro Piazza Don Minzoni, 12 (Piazza della Stazione)

Per prenotare la vostra copia potete chiamare anche il nr 320.1994807 ðŸ¾â¤ï¸ Mostra meno

#tiameròpersempre – Adotta un cucciolo e partecipa al contest video

da Redazione Web | Ott 5, 2020 | Rassegna stampa

Nasce una nuova iniziativa in collaborazione con Prolife per promuovere l’affido degli animali ospiti dei rifugi LNDC. Questa volta il progetto è dedicato ai più piccoli. I vincitori del concorso per il video più tenero, simpatico o originale saranno premiati con una fornitura di cibo per il loro cagnolino.

Chi desidera ”ampliare” la famiglia di amici a quattro zampe ne troverà non uno ma migliaia. Sono gli animali ospitati presso i rifugi di Lega Nazionale per la Difesa del Cane che, grazie alla sua struttura capillare, ogni anno salva oltre 35mila animali di ogni specie e razza con l’obiettivo di donare a ognuno una casa dove siano amati per sempre.

La nuova mission di LNDC che questa volta è dedicata alle adozioni dei più piccini – ai tanti cuccioli che, ancora oggi, vengono abbandonati – vede ancora una volta il prezioso sostegno di Prolife, una delle più autorevoli aziende di pet food cruelty free 100% italiana.

Tutti coloro che, nel mese di ottobre 2020, decideranno di prendere con sé un cucciolo da un rifugio di LNDC, potranno partecipare al contest #tiameròpersempre. Basta inviare un video del proprio piccolo amico (durata massima un minuto) a animalprotection@legadelcane.org e specificare la categoria in cui si vuole inserire il proprio filmato tra: il video più tenero o il video più simpatico.

I filmati dei nostri cuccioli e delle loro famiglie verranno pubblicati sulla pagina Facebook LNDC con l’hashtag #tiameròpersempre. Al termine del concorso, il video con il maggior numero di like per ogni categoria verrà premiato con una fornitura di cibo gratis offerto da Prolife.

Ricordando sempre che adottare un cane è un atto d’amore che deve essere compiuto con consapevolezza e grande senso di responsabilità. In questo modo diventa un percorso fantastico di arricchimento interiore, capace di regalare emozioni e sorprese inimmaginabili. Un’avventura dai risvolti sempre nuovi e la nascita di un rapporto solido, in grado di farci scoprire appieno il significato di parole come conforto, sostegno, affetto incondizionato e amicizia.

5 ottobre 2020

Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Ufficio Stampa
Tel 02 26116502
stampa@legadelcane.org
www.legadelcane.org

Oggetto: Convocazione Assemblea Ordinaria e Straordinaria

I Soci dell’Associazione Lega Nazionale per la Difesa del Cane Sezione di Camerino e Matelica sono convocati in assemblea ordinaria e straordinaria, in prima convocazione presso l’Auditorium Benedetto XIII, Via le Mosse 99, Camerino, il giorno 13/10/2020, alle ore 00:00, e in seconda convocazione il
giorno 15/10/2020, alle ore 21:00 sempre nel medesimo luogo, per esaminare il seguente ordine del giorno:

Parte Ordinaria

1- Approvazione regolamento dei lavori assembleari

1- Presentazione ed approvazione rendiconto/bilancio economico finanziario anno 2019

2- Varie ed eventuali

a seguire

Parte straordinaria

1- approvazione statuto “Sezione Territoriale” per adeguamento alla Riforma del Terzo Settore

2- delibere conseguenti

L’assemblea sarà validamente costituita secondo le norme statutarie.

Camerino, 15/09/2020

DELEGA

Il/La sottoscritto/a …………………………………………………… associato/a della Lega Nazionale per la Difesa del Cane Sezione di ………………………………………………. DELEGA il sig./sig.ra …………………………………………… a rappresentarlo/la nell’assemblea degli associati che si terrà il…………… alle ore ……………….. ed in seconda
convocazione il ………..… alle ore……………… con all’ordine del giorno quanto indicato nell’avviso di convocazione.
Si dichiara fin d’ora di approvare senza alcuna riserva il suo operato.


Data______________________ Firma ______________

#AMAMIeBASTA – Anas e LNDC ancora insieme contro l’abbandono

da Redazione Web | Lug 2, 2020 | Rassegna stampa

Anas e LNDC Animal Protection ancora insieme contro l’abbandono degli animali. Nel caso in cui si incontri un animale abbandonato, bisogna cercare di metterlo in sicurezza e chiamare il numero verde ProntoAnas 800841148 e le forze dell’ordine. Le segnalazioni permettono ai cantonieri Anas di salvare decine di cani in pericolo di vita ogni giorno.

L’abbandono di animali e il randagismo, oltre a essere fenomeni drammatici per la vita dei nostri amici a 4 zampe, sono anche un concreto pericolo per gli utenti delle strade. Ogni anno, in Italia, si registrano migliaia di incidenti stradali – anche mortali – causati da animali vaganti e randagi quindi chi abbandona un animale in strada non commette solo un reato punibile con l’arresto fino a un anno, ma potrebbe rendersi responsabile di un omicidio colposo.

Anas gestisce circa 30mila km di rete stradale e autostradale di interesse nazionale e i suoi cantonieri salvano ogni giorno moltissimi cani che ancora vengono abbandonati lungo le strade italiane, assicurando la sicurezza loro e degli automobilisti. LNDC Animal Protection e Anas ripropongono quindi la campagna #AMAMIeBASTA per la lotta contro l’abbandono degli animali domestici attraverso la sensibilizzazione sui canali social, sugli organi di informazione e su Isoradio 103,3 FM in vista dell’estate che, come sempre, vedrà un’intensificazione del traffico extraurbano.

L’intento della campagna #AMAMIeBASTA è di scoraggiare i proprietari di animali domestici ad abbandonarli prima delle partenze per le vacanze estive. I dati rilevati dal Ministero della Salute evidenziano che in molte regioni, soprattutto del Sud, il randagismo ha raggiunto livelli drammatici ed è spesso fuori controllo. I cani abbandonati continuano ad alimentare la popolazione vagante e soprattutto i cuccioli che non muoiono di stenti, una volta adulti, rappresentano un ulteriore serbatoio di randagi.

Cosa possiamo fare se incontriamo un cane abbandonato? Prima di tutto non dobbiamo girarci dall’altra parte e ignorarlo, ma bisogna provare a metterlo in sicurezza. Inoltre, è fondamentale contattare il numero verde ProntoAnas 800841148 e le forze dell’ordine (Polizia stradale/Carabinieri/Polizie locali/Vigili del Fuoco), organi preposti per legge a intervenire. Nel caso in cui assistiamo direttamente all’abbandono, cerchiamo di prendere il numero di targa da segnalare alle autorità competenti per facilitare l’identificazione del colpevole.

Anas e LNDC augurano a chi si appresta a partire con il proprio amico a quattro zampe un viaggio sicuro e sereno.

ALCUNI ACCORGIMENTI UTILI PER UNA VACANZA SERENA IN COMPAGNIA DEL VOSTRO ANIMALE IN AUTO

  • Se il vostro cane è soggetto al mal d’auto, prima di partire chiedere consiglio al veterinario per contenere il disagio legato alla nausea
  • Aprire parzialmente il finestrino durante il viaggio per permettere l’ingresso dell’aria fresca
  • Non esporlo direttamente all’aria condizionata
  • Cercare di guidare il più dolcemente possibile evitando accelerazioni e frenate non necessarie
  • Assicurarsi che la temperatura all’interno dell’auto non sia né troppo calda né troppo fredda
  • Durante i viaggi lunghi, fare soste regolari per permettergli di bere, sgranchirsi le zampe e “andare alla toilette”
  • È sempre meglio abituare gradatamente l’animale ai lunghi tragitti e farlo viaggiare a stomaco vuoto
  • L’associazione del viaggio a un’attività piacevole, ad esempio una passeggiata una volta giunti a destinazione, può aiutare a ridurre l’ansia e la paura
  • Portare in auto un suo gioco o la sua coperta per rendergli l’ambiente più famigliare
  • Gratificare con carezze e parole affettuose quando durante il viaggio rimane tranquillo
  • Ignorare ed evitare di rassicurarlo quando invece si agita, abbaia o piagnucola altrimenti si rischia di aumentare il suo disagio.

Per il trasporto del vostro amico quattro zampe rispettare le norme previste dal nuovo Codice della Strada (art. 169 e 170).

ART. 169, COMMA 6: TRASPORTO DI PERSONE, ANIMALI E OGGETTI SUI VEICOLI A MOTORE“ […] E’ vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. E’ consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore a uno, purche’ custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.” Ciò significa che non è necessaria la rete e un vano apposito per il trasporto di un solo animale domestico, ma questo deve essere comunque assicurato in modo che non possa costituire intralcio al guidatore. In caso di più animali domestici, la rete e il vano riservato sono obbligatori. Sanzioni previste: pagamento di una somma da euro 84,00 a euro 335,00. Punti decurtati dalla patente: 1.

2 luglio 2020