Domenica 27 settembre 2015, ero come ogni anno a Villa Potenza per la fiera dei cani e degli uccelli, vicino all’ingresso, con il nostro stand. Avevo con me Teresa, una femmina nera, segugio a pelo forte e barba bianca, con alcuni dei suoi cuccioli. Era stata abbandonata con i figli a Serravalle presumibilmente da un cacciatore di serie C: il nostro rifugio è pieno di cani da caccia, anche di razza pura. Si avvicinò una signora dolcissima e molto graziosa, Debora Corradini di Montecassiano, e fu amore a prima vista. Tornò tre o quattro volte a vedere ed accarezzare Teresa, poi venne con il marito a dirmi che l’avrebbe sicuramente adottata. E così fu, dopo pochi giorni, al rifugio. Debora era già malata, e il 29 giugno ci ha lasciati. Oggi ho ricevuto la visita del marito, Simone Pagliaretta, e di Teresa: la cagnolina mi ha riconosciuto, ha scodinzolato e mi ha dato la zampa per consegnarmi la busta con le generosissime offerte che la sua meravigliosa amica Debora aveva chiesto di raccogliere per il nostro rifugio. A noi fa comodo tutto, ma avrei preferito di gran lunga non ricevere quella busta e poter vedere ancora Debora felice con la sua famiglia ed il suo cane. Gesti del genere sono toccanti e commoventi, anche perché in situazioni analoghe mi capita di ricevere telefonate di gente che ha perduto persone care, magari a volte con eredità non trascurabili, e mi chiede se possiamo prendere il cane del defunto perché loro non possono tenerlo! Simone Pagliaretta mi dice che Teresa ha quasi smesso di mangiare, è sempre dolce ed affettuosa, è per lui un grande motivo di consolazione ma è molto triste, perché loro non dimenticano mai gli amici con i quali hanno vissuto sereni. Ciao Debora, grazie, neanche io ti dimenticherò.
Roberto Cola
Lega Nazionale per la Difesa del Cane sezione di Camerino e Matelica

FESTA DEL CANE

Domenica saremo con il nostro stand ed i nostri cani alla festa del cane di san Severino, ringraziamo gli organizzatori per l’invito e invitiamo a nostra volta tutti coloro che hanno adottato un cane dal nostro rifugio a partecipare.

https://www.facebook.com/events/1045843272156702/

E’ IN ARRIVO LA 1° EDIZIONE DELLA FESTA DEL CANE voluta fortemente da due appassionate di cinofilia, Dafne De Angelis di AMICO MIO e Francesca Cristalli de L’UFFICIO.
La festa è APERTA A TUTTI, cani di razza e meticci, accompagnati da grandi e bambini, che potranno essere protagonisti della SFILATA A 6 ZAMPE (iscrizioni dalle ore 15 alle 15:30 presso il campetto). Ci sarà un’area attrezzata per GIOCHI A 6 ZAMPE dove potrete effettuare un simpatico percorso con il cane e verrà dato il PREMIO al BINOMIO PIU’ AFFIATATO (non solo chi lo svolgerà bene).
Non si tratta di attività agonistiche, vorremmo solo che tutti potessero divertirsi con il proprio cane.

Si svolgerà anche una sfilata per farvi conoscere gli amici dei canili della zona, per dare loro un momento di sana visibilità, magari troveranno anche loro una famiglia…
La sfilata dei cani del canile sarà giudicata esclusivamente dai bambini presenti alla manifestazione!

Ringraziamo per la partecipazione straordinaria
– IL MIO LABRADOR, l’associazione di Andrea Zenobi che prepara cani per disabili e fa pet therapy;
– MULTIRADIO e Giusi Mi che hanno accettato il nostro invito e renderanno questo pomeriggio INDIMENTICABILE!

Vi aspettiamo!!!!! BAU BAUUUUU 🙂

 

 

Basta con l’abbandono dei cuccioli

Siamo senza parole, ma cercheremo comunque di esprimere la nostra rabbia, il nostro dispiacere e la frustrazione per l’inciviltà e la meschineria contro cui ancora nel 2016 dobbiamo scontrarci quotidianamente.
Lunedì 24 aprile siamo stati chiamati dal comando dei vigili di Matelica per il recupero di una cucciolata in vocabolo Labbrano.

Arrivata sul posto con la Forestale, dagli alberi sopra la strada sono spuntate tante piccole testoline, troppe per essere contate con esattezza a colpo d’occhio. Dopo un’ora e mezza siamo riusciti, non senza difficoltà, perché i cuccioli erano tutti molto spaventati e diffidenti, a caricare sul nostro furgone 11 cani.
Due cucciolate: una di quattro cuccioli marroni, tre femmine e un maschio di circa cinque mesi; una di sette dai magnifici occhi verdi, sei femmine e un maschio di tre mesi circa.
Con questi siamo arrivati a 42 cuccioli arrivati solo nei primi cinque mesi dell’anno, non so se ci rendiamo bene conto, 42!
Una cucciolata al mese circa; non facciamo in tempo a gioire per aver affidato l’ultimo cucciolo rimasto al rifugio che subito ne arrivano altrettanti.
In questo modo non si va da nessuna parte! I cani del rifugio adulti, vedono diminuire drasticamente le loro già limitate possibilità di essere scelti da qualcuno e di avere una seconda chance e i continui ingressi pareggiano continuamente il numero dei cani presenti, nonostante il numero di affidi rimane alto, una spirale infinita e di una tristezza disarmante.
E si che abbiamo tutti i mezzi e le capacità per fermare questa vergogna, basterebbe sterilizzare i cani, le femmine in particolar modo.
All’ultimo congresso nazionale della nostra associazione siamo venuti in contatto con realtà di sezioni operanti in un contesto dove amministrazioni e servizi veterinari promuovono e gestiscono in prima persona i controlli, le sterilizzazioni agevolate, gli affidamenti.
Quando capiremo, anche nella nostra apparentemente arretrata e ignorante provincia che la sterilizzazione è un fattore decisivo per limitare gli abbandoni? quando capiranno i proprietari che l’abbandono è un reato? che con la loro meschina furberia scaricano una loro responsabilità su tutta la comunità, che si accolla il costo della loro ignoranza e sconsideratezza?
Se analizziamo i cuccioli arrivati, abbiamo detto 42 in tutto, 18 erano maremmani o mix maremmani, 13 meticci di cani da caccia e 11 meticci di difficile classificazione.
Allora mi chiedo perché per il divertimento dei cacciatori, i cani in primis e tutti noi in generale, dobbiamo pagare?
Gli stessi cacciatori, quelli che si comportano secondo la legge, dovrebbe denunciare e isolare questi elementi che denigrano la categoria tutta.
Idem per i pastori, i maremmani sono per voi cani da lavoro, servono per difendere le greggi, ma è efficace questa gestione dei cani da guardiania? Che senso ha far nascere decine e decine di cuccioli l’anno, e poi fra quelli che sopravvivono alla mancanza di cure e attenzioni, sceglierne uno o due per il gregge e abbandonare gli altri in mezzo alla strada?
Veramente la politica e la comunità tutta può tollerare una simile sconsideratezza e crudeltà nella gestione di cani da guardiania? Non sarebbe il caso di trovare un metodo di gestione che da una lato migliori le attitudini di difesa dei maremmani e dall’altro controlli in maniera intelligente e oculata le cucciolate?
Per ultimi, ma non in ordine di importanza, i proprietari del cane da compagnia. Ma possibile che non arrivate a comprendere che i cuccioli sono difficili da gestire e da sistemare? Che se prendete un cane dovete mettere in conto anche le spese economiche e tra queste la sterilizzazione della vostra cagna? Tanto prima o poi qualche maschio riuscirà ad entrare nel recinto che voi pensavate sicurissimo.
Poi se va bene ci chiamano con voce mesta, qualcuno non si fa nemmeno il problema di chiamare noi per sistemarli, prende e li lascia per strada, a volte, come ci è successo questo anno insieme alla madre di nuovo incinta…vergogna!
Comunque finito questo mio sfogo, che so rimarrà inutile chiedo a tutti coloro che vogliono e possono di aiutarci a trovare una sistemazione a questi 11 cuccioli appena arrivati. I 4 marroni saranno future taglie medio piccole, mentre gli altri 7 taglia grande. Eccoli in tutta la loro bellezza

 

RIUNIONE PLENARIA 18 MARZO 2016

Relazione del presidente riunione plenaria tenutasi il 18 Marzo 2016

Un saluto a tutti dal direttivo e dai volontari attivi della sezione che vi ringraziano per aver partecipato alla riunione plenaria di quest’anno, importante momento di incontro con i tesserati nel quale la Sezione rende conto delle attività dell’anno trascorso e discute con voi il programma per l’anno 2016.

Iniziamo illustrando il rendiconto dell’anno 2015 e le attività svolte; dopo aver approvato il rendiconto da inviare al nazionale discuteremo insieme su possibili proposte che pensate possano giovare alla nostra causa.

Passiamo ora ad illustrare le attività svolte nel 2015 e quelle che abbiamo in programma per il 2016:

  1. Il tesseramento è stato implementato, siamo infatti passati dai 322 soci dell’anno 2014, ai 371 del 2015, con ben 78 nuove tessere. Questo risultato è stato raggiunto anche grazie al vostro aiuto, che con il passaparola avete fatto conoscere la nostra associazione e raccolto nuovi sostenitori. Come sempre speriamo in futuro di mantenere ed implementare l’importante sostegno dei privati che rappresenta per la nostra sezione una base sicura di sostegno.
  2. I cani affidati sono stati 91 a fronte di un ingresso di 95 cani. È diminuito il numero dei cani in entrata e speriamo che questa tendenza si confermi anche nel presente anno. Dei 95 cani in ingresso 45 erano cuccioli, per fortuna i cuccioli riescono a trovare quasi sempre una sistemazione, ma le cucciolate in arrivo continuano a rappresentare quasi la metà degli ingressi, segno di una difficile diffusione dell’idea della sterilizzazione e della prevenzione nel nostro territorio e comunque rappresentano un  significativo problema per il rifugio sia a livello gestionale, sia perché tolgono le già scarse possibilità di affido per i cani adulti presenti. Continuiamo ad utilizzare il nostro sito internet, il gruppo e la pagina facebook, gli annunci sui giornali locali e varie altre attività di sensibilizzazione, come gli stand nei mercati settimanali per implementare le adozioni dei nostri ospiti.  A questo proposito, tanti di voi hanno adottato pressoi l nostro rifugio, pensiamo che non c’è niente di meglio per richiamare possibili adottanti del passaparola, del raccontare la vostra storia e la vostra esperienza dell’adozione di un randagio, che sappiamo nella maggior parte dei casi essere estremamente positiva ed appagante.                                   I cani deceduti sono stati 29, la maggior parte deceduti per anzianità.
  3. Come ormai da molti anni, anche nel 2015 abbiamo aiutato ed aiutiamo in vario modo persone in difficoltà, fornendo alimenti per cani e gatti e spesso anche per i proprietari. Continuiamo ad inviare carichi di mangime alla signora Romano di Campitello Sannitico e una tantum prevediamo donazioni ad associazioni animaliste che operano con difficoltà.
  4. È proseguita la ristrutturazione della parte a valle del vecchio rifugio con 9 nuovi box risistemati ed è stato costruito un impianto di smaltimento dei rifiuti solidi e un box di prima accoglienza e isolamento destinato esclusivamente ai cuccioli, dotato anch’esso di pedane termiche.
  5. I box di Castelraimondo, continuano ad essere usati per percorsi di educazione dei cani più giovani e più facilmente adottabili. Alcuni volontari si impegnano ad andare il pomeriggio per portare i cani fuori in passeggiata e insegnare loro l’uso del guinzaglio e le regole di una buona educazione di base.
  6. Anche quest’anno è stato attivato il progetto di alternanza scuola lavoro con il liceo di Camerino, con la partecipazione di una nuova ragazza. Due volte a settimana le due ragazze e le loro educatrice vengono al rifugio e portano fuori i cani o aiutano in semplici lavori di pulizia.
  7. Abbiamo stipulato una convenzione con il comune di Matelica per la gestione della zona di sgambamento dei cani costruita dal Comune nel 2014, ci piacerebbe utilizzare tale spazio per creare momenti di incontro e organizzare manifestazioni cinofile.

Per quanto riguarda l’anno da poco iniziato, abbiamo in programma di:

  1. Continuare con i lavori di risistemazione della parte vecchia del rifugio. Oramai il perimetro della parte a valle è quasi completamente ristrutturato, mancano solo due box delle parte in fondo. Dovremo decidere come utilizzare lo spazio centrale dove ancora ci sono i vecchi box, abbiamo idee discordanti in merito e magari un vostro consiglio potrebbe essere prezioso per decidere.
  2. Vorremmo continuare e potenziare con le scuole gli incontri con gli studenti sul tema della cinofilia e del randagismo.
  3. Il programma di lotta e prevenzione del randagismo di cui avevamo iniziato a discutere lo scorso anno ha subito un arresto, ma abbiamo iniziato a coinvolgere l’Asur, i medici veterinari liberi professionisti, l’Ospedale veterinario di Matelica su questa idea e rimane comunque uno degli obiettivi da continuare a perseguire, perché siamo convinti che senza una buona politica di prevenzione e sensibilizzazione il problema del randagismo non potrà essere arginato.
  4. Siamo stati coinvolti dalla regione con le altre associazioni animaliste per la revisione e il miglioramento della legge regionale 10/97 in materia di tutela animali e vorremmo partecipare al tavolo di lavoro come associazione storica e rappresentativa della realtà dell’entroterra. Inoltre ci hanno invitato a partecipare ad un convegno che le associazioni animaliste terranno in collaborazione con Asur e Comuni sul problema del randagismo.

RIUNIONE PLENARIA

Invito riservato ai TESSERATI della Sezione:608

Il giorno 18/03/2016, alle ore 21.00 in prima convocazione ed alle ore 21.30 in seconda convocazione, presso l’Hotel “I Duchi” di Camerino, è indetta la riunione plenaria annuale della sezione con il seguente ordine del giorno:

 

  1. saluti del presidente;
  2. approvazione del bilancio 2015 da inviare al nazionale;
  3. consuntivo attività per l’anno 2015;
  4. proposte di interventi per l’anno 2016;
  5. varie ed eventuali.

 

Data l’importanza degli argomenti all’O.d.g. sei vivamente pregato di partecipare: per noi la tua presenza è molto importante, anche perché la plenaria è l’occasione ufficiale per conoscere ed analizzare l’operato dei volontari attivi.

L’invito si rivolge anche, naturalmente, ad eventuali familiari in possesso di tessera.

Nel corso della riunione avrai modo di rinnovare la tua tessera, qualora non l’abbia già fatto.

Al termine della riunione verrà offerto un piccolo rinfresco.

Vi aspettiamo numerosi

DOMENICA DEL VOLONTARIATO 28 FEBBRAIO

DSC05233

Consueto appuntamento di volontariato al rifugio di Colle Altino per Domenica 27 febbraio p.v..

Le attività principali che andremo a svolgere al rifugio saranno quelle di sempre: Passeggiate al guinzaglio e/o negli sgambatoi, “Tolettatura” dei cani, Lavori di manutenzione e pulizia dei box, Giardinaggio.

Ognuno potrà scegliere l’attività che preferisce, non dimenticando che è importante venire al rifugio anche solo per fare qualche carezza ai nostri ospiti, che ne hanno veramente tanto bisogno.

Si può comunicare le adesioni alla casella di posta elettronica rifugiocollealtino@gmail.com, oppure chiamando i seguenti numeri: Anya 3201994807 – Alessio 3297483909 – Roberto 3389226107

Dalle ore 9.00 vi aspettiamo al Rifugio; le indicazioni sono: Strada provinciale verso Sfercia; prima di Rocca Varano svolta a destra ai cartelli Colle Altino e Rifugio del Cane. È consigliabile un abbigliamento
“adeguato” ed un paio di guanti da lavoro.

Se il tempo lo consentirà, date le inconsuete temperature primaverili potremmo rimanere al rifugio anche per il pranzo, se le previsioni saranno di bel tempo e qualcuno vorrà portare qualche piatto (preferibilmente vegetariano) potremmo fermarci a mangiare tutti insieme

Vi aspettiamo

Al rifugio del Cane di Colle Altino la rubrica del TG3 In giro per i Canili delle Marche

 

SABATO PROSSIMO 27 FEBBRAIO, alle ore 12.25 su RAI3 (il settimanale delle Marche) andrà in onda un servizio sul nostro rifugio del cane di Colle Altino, . Una sintesi sarà ripetuta nel TG 3 delle 19.35 di sabato o di domenica. Per chi volesse è anche possibile visionare il servizio in streaming sul sito www.tgr.rai.it.
LA RUBRICA SI INTITOLA: IN GIRO PER I ‪#‎CANILI‬ DELLE‪#‎MARCHE‬

IL SETTIMANALE DELLE MARCHE

download

Cucciola taglia media in cerca di casa

20160126_123344

Questa cucciola di circa tre mesi e mezzo, futura taglia medio piccola cerca una sistemazione, si trova a San Severino per info e adozioni contattare il
+39 3284825341 Cristina mechis

FESTA DI SANT’ANTONIO A SOSTEGNO DEGLI ANIMALI

Vi aspettiamo Domenica 17 gennaio a Gagliole, in località Selvalagli, per celebrare in occasione della Festa di sant’Antonio i nostri amici animali. La mattinata sarà a loro dedicata con varie attività con gli animali e il ricavato di tutta la manifestazione sarà devoluto alla nostra sezione per aiutare i cani randagi ospiti al nostro Rifugio.

Vi aspettiamo!!!!!!!!!!!!!!

12507410_10208135795742464_409022565306933034_n

 

4 cuccioli in cerca di una sistemazione a san Severino, facciamo da tramite alla proprietaria che sta cercando di adottarli, per info contattare lei direttamente:

Cristina  Mechis
Numero cellulare:3284825341

20151118_191309IMG_20151216_201019_1CS